IL PROGETTO PICCOLE ISOLE

Il Progetto Piccole Isole (PPI) è stato lanciato nel 1988 dal Dott. Fernando Spina e dall'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica (ex INFS), ora divenuto Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca sull'Ambiente. Il Progetto mira ad analizzare le diverse caratteristiche della migrazione primaverile degli uccelli attraverso il Mar Mediterraneo, il quale costituisce una vasta barriera ecologica fra l'Africa e l'Europa. 

Cominciato come un'iniziativa Italiana, il PPI ha presto coinvolto diverse isole e siti costieri sparsi in tutta l'area centro-occidentale del Mar Mediterraneo. 

L'obiettivo principale del PPI è quello di monitorare le rotte migratorie e la fenologia dei movimenti stagionali di numerose specie (soprattutto passeriformi), prestando particolare attenzione ai migratori di lunga distanza, i quali trascorrono l'inverno nelle aree sub-sahariane. 

Inoltre, poichè il fragile ecosistema delle isole del Mediterraneo è fortemente minacciato, il progetto si propone anche di analizzare qual è il ruolo funzionale assunto dalle isole nei confronti degli uccelli che vi si fermano. Questo può essere compreso grazie allo studio delle condizioni fisiologiche degli animali durante le diverse fasi di passaggio verso l'Europa.  

 

Una descrizione più approfondita delle attività di monitoraggio è disponibile nel Manuale di Istruzioni del PPI. 

.

CISCA onlus

Sede legale:
via Arigni, 95 – 03043 Cassino (FR)
C.F. 90028680602
Cell: +46761268005
ciscaonlus@pec.it

Follow us:

  • Facebook Reflection
  • Twitter Reflection

© 2019 by CISCA onlus