INANELLAMENTO

Lo studio sulla migrazione degli uccelli ha fatto grandi passi avanti negli ultimo secolo grazie all'attività di inanellamento. I dati e le informazioni così ottenuti, infatti, sono utili sia per la ricerca sia a fini gestionali. L'analisi di singoli individui agevola gli studi sulla dispersione e la migrazione, il comportamento e la struttura sociale, la longevità e i tassi di sopravvivenza, il successo riproduttivo e la crescita demografica degli uccelli.

L'attività di inanellamento di per sé consiste nell'applicare sulla zampa dell'animale catturato un anellino di alluminio, sul quale sono stati incisi un codice alfanumerico identificativo e l'indirizzo del istituto centrale di riferimento della nazione che lo ha emesso. Questo comporta che, nel qual caso si trovi un esemplare morto, l'anello deve essere rispedito all'indirizzo indicato, specificando la data e il luogo del ritrovamento. L'analisi della ricattura/ritrovo di anelli registrati fornisce importanti informazioni circa gli itinerari, le aree di svernamento, la velocità di migrazione e l'età massima raggiunta dagli uccelli in natura. Attualmente esistono dieci taglie diverse di anelli, a seconda delle dimensioni delle zampe.

Gli uccelli vengono catturati grazie ad un sistema standardizzato di reti chiamate mist-nets. Tali reti sono operative dall'alba al tramonto e vengono controllate ogni ora, secondo le condizioni metereologiche. Ogni esemplare catturato riceve un anello e vengono rilevati per ogni individuo svariati parametri quali età, sesso, misure biometriche e condizioni fisiologiche come l´accumulo di grasso e la grandezza dei muscoli pettorali. Tutte le informazioni raccolte sono registrate in un database apposito sviluppato da ISPRA.  

 

CISCA onlus

Sede legale:
via Arigni, 95 – 03043 Cassino (FR)
C.F. 90028680602
Cell: +46761268005
ciscaonlus@pec.it

Follow us:

  • Facebook Reflection
  • Twitter Reflection

© 2019 by CISCA onlus